Solo il 2% delle terre emerse è ricoperto dalla macchia mediterranea, eppure questo delicatissimo ecosistema ospita oltre il 20% delle specie del nostro meraviglioso pianeta: piante forti, capaci di adattarsi e vivere rigogliose a ridosso del mare, laddove inverni miti lasciano presto il posto a lunghi periodi di siccità, con la sabbia che raggiunge temperature molto alte e i forti venti salmastri che piegano alberi e arbusti, disegnando paesaggi spettacolari.

Nel nostro Villaggio quasi un chilometro di duna costiera è coperta d’erica, alloro, lentisco e mirto, rosmarino, corbezzolo e ginepro, pungitopo, cappero, ginestra e asparago, insieme a oleandri, pini marittimi, tamerici, lecci e preziosi esemplari di sughera. E ci sono ancora cespugli d’ogni sorta, che offrono riparo a insetti, anfibi, rettili, mammiferi e uccelli, facendo così della macchia mediterranea una delle più importanti riserve di biodiversità al mondo.

In quest’ambiente estremo, costruito e continuamente modificato dall’azione dei venti e dal mare, le piante sono protagoniste di adattamenti sorprendenti: molte specie hanno foglie arrotolate su se stesse così da conservare l’umidità in una sorta di tubicino; alcune appartengono alla famiglia delle piante grasse; altre sono spinose o sviluppano foglie chiare con uno strato lanoso che funge da isolante e impedisce l’evaporazione. Quasi tutte hanno radici profondissime, che permettono loro di sopravvivere anche quando il vento o una mareggiata spezzano le parti allo scoperto e possiedono una straordinaria capacità di riprodursi e di attecchire al terreno persino quando sono state staccate e portate lontano.

Negli ultimi decenni troppo spesso le dune costiere sono state letteralmente “spianate” per far posto a strade, sentieri, stabilimenti balneari, case e parcheggi, distruggendo l’equilibrio di un ecosistema affascinante quanto fragile, che costituisce la migliore difesa dall’erosione: quando non ci sono più le radici a trattenere la sabbia, essa viene portata via velocemente dal vento e dal mare e l’acqua delle piogge scorre scavando canaloni che a poco a poco distruggono il cordone dunale.

Da sempre il Villaggio Le Dune si è adoperato per la salvaguardia della duna costiera e della macchia mediterranea, facendo in modo che il piacere e il divertimento degli ospiti riesca a convivere perfettamente con il rispetto e la conservazione di quest’angolo di paradiso selvaggio. Quest’anno abbiamo voluto fare qualcosa in più, costruendo sentieri e passerelle in legno che – come in un parco naturale – accompagnano i visitatori alla scoperta della bellezza della duna, ricordandoci che le sue piante resistono al vento, alle mareggiate, al sale, al sole, ma muoiono se vengono calpestate.

Immergetevi nella natura, godete dei suoi colori e profumi rilassanti, lasciatevi accarezzare dal vento, che in ogni momento apporta e toglie sabbia qua e là, facendo crescere, diminuire e “muovere” in maniera imprevedibile il paesaggio: sono queste le vacanze più belle che rigenerano il corpo e la mente, che riempiono il cuore.

 

Scopri le ultime offerte e promozioni!

Discover our special offers!

Clicca Qui / Click Here

Grazie! Ti sei iscritto correttamente.